Racalmuto
la città di Leonardo Sciascia


Racalmuto è il paese natio di Leonardo Sciascia, uno tra gli scrittori italiani più letti e tradotti al mondo che negli anni ‘60 descrisse le contraddizioni profonde della Sicilia come ne “Il Giorno della Civetta” e “ A ciascuno il suo”. Romanzi che pur essendo radicati nella realtà siciliana inducono a riflessioni più ampie sull’Italia e sulla contemporaneità: negli scritti di Sciascia, infatti, la Sicilia con i suoi problemi, è spesso un mero punto di partenza, la metafora di una più estesa complessità. La Fondazione a lui intitolata raccoglie: una biblioteca di 5000 volumi, una pinacoteca con oltre 200 ritratti di scrittori, la corrispondenza di Sciascia con i più noti intellettuali italiani del dopoguerra, alcune foto e cimeli dell’autore. Il centro storico di Racalmuto si sviluppa attorno al Castello medievale di fondazione normanna e successivamente ampliato e fortificato dai Chiaramonte nel XIV secolo. Conservato nelle sue parti principali, il Castello oggi accoglie mostre e manifestazioni culturali.

Un’altra tappa d’obbligo è il Teatro Regina Margherita: un vero gioiello architettonico di fine ‘800 che ricorda, in piccolo, il Teatro Massimo di Palermo. Le diverse pregevoli Chiese del centro storico custodiscono i dipinti di Pietro D’Asaro: celebre artista del ‘600, nato qui, la cui opera s’ispira al Caravaggio. Diverse tele di Pietro D’Asaro sono conservate nella Chiesa Madre e nel Santuario di Santa Maria del Monte. All’interno di quest’ultimo è custodita la cinquecentesca statua del Gagini raffigurante la Madonna cui è legata la Festa della SS. Madonna del Monte: la celebrazione più importante e sentita del luogo. La festa dura diversi giorni e culmina il secondo fine settimana di luglio.

Il Venerdì dopo i tradizionali colpi di cannone cui seguono i tamburi, inizia il corteo storico con giovani che sfilano in costume d’epoca per le vie della città. A seguire, il Simulacro della Madonna, posto su un carro trainato da due buoi, percorre il centro storico in una solenne e suggestiva atmosfera. Il sabato si svolge la tradizionale discesa dei “Cerei” (Cilii) e presa della bandiera: il rito prevede la sfilata dei ceri da parte di tre confraternite cui segue la sfida per la presa della bandiera come devoto omaggio alla Madonna. La domenica, in occasione della Messa, i fedeli portano alla Madonna alcuni doni votivi (prummisioni) nel Santuario attraversando la sontuosa scalinata. Le celebrazioni terminano la sera con la sfarzosa processione della Vergine sopra un carro trionfale a forma di nave, suggellata  poi da i tradizionali fuochi d’artificio.

Informazioni turistiche
Queste informazioni sono puramente indicative poichè suscettibili di variazioni

Racalmuto: distanza da Agrigento 22 Km circa

I contatti sotto riportati riguardano enti e associazioni che offrono informazioni e servizi al turista.

Comune di Racalmuto: Centralino

+39 09220940011

Fondazione Sciascia:

+39 0922941993

Ass. Pro Loco Racalmuto:

+39 0922949018 / +39 3201868786

Comune di Racalmuto: le coordinate sotto riportate individuano il Santuario SS Madonna del Monte

Le icone sulla mappa individuano punti di interesse e servizi utili: visualizza a schermo intero la mappa e clicca sulle icone per visualizzare le informazioni.

GPS
N 37° 24' 31.68''
E 13° 43' 54.63''

Google maps
37.40880, 13.73184

loading...