Eventi Speciali

Agrigento: un weekend da non perdere

Visita gratuita alla Valle dei Templi, al concerto del Museo Archeologico e Festa di San Calogero: ecco un weekend da non perdere. Ebbene sì, il prossimo fine settimana è davvero un momento particolarmente felice per visitare la Città dei Templi. Come ogni prima domenica del mese, il 7 Luglio consente l’accesso gratuito al Parco archeologico più esteso del mondo: la Valle di Templi di Agrigento. Potrete esplorare la magnificenza dei Templi dorici già amati e apprezzati dai viaggiatori del Grand Tour ed ancora oggi capaci di suscitare emozioni e meraviglia nel cuore di ogni visitatore. L’accesso gratuito è valido anche per il Museo Archeologico ricco di testimonianze e reperti che raccontano l’affascinate storia di Akragas, ancor prima della sua fondazione fino all’età romana.

Domenica 7 Luglio sempre al Museo Archeologico, potrete assistere gratuitamente al Concerto di Musica Classica con “Le Quattro Stagioni di Vivaldi” dedicato al Mito di Persefone. L’opera di Antonio Vivaldi dedicata al ciclo delle stagioni sarà, infatti, il trait d’union fra la musica e il mito greco. Il concerto trae spunto da Persefone o Kore, la dea fanciulla rapita da Ade, dio degli inferi, che ritorna ogni primavera a rendere feconda la terra dopo il sonno invernale. Secondo la mitologia, Persefone figlia di Demetra viene rapita da Ade (o Plutone), re degli inferi. La giovane e bella dea è condotta da Ade nell’aldilà per diventare la sua sposa. In seguito viene restituita a Demetra, la Madre Terra, con un patto che le permette di soggiornare sulla terra per sei mesi l’anno (primavera, estate) ma per i restanti sei mesi (autunno e inverno) deve ritornare negli inferi come sposa di Ade. Già nell’antichità il mito del suo rapimento veniva interpretato simbolicamente come l’alternarsi della stagione estiva con quella invernale.

Altro appuntamento con la tradizione della nostra città è La Festa di San Calogero, il Santo nero che agli albori del cristianesimo in Sicilia, giunse nel territorio di Agrigento per amministrare il culto della fede cristiana e curare gli ammalati. Ancora oggi, durante la festa a lui dedicata, si assiste a dei pellegrinaggi a piedi nudi  fino al suo Santuario e all’offerta di pani ex-voto a forma delle parti del corpo guarite per grazia ricevuta. La chiesa di San Calogero, nell’attuale centro storico di Agrigento, è sorta proprio sopra una delle grotte abitate dal Santo eremita. Negli otto giorni di festa, dalla 1a alla 2a domenica di Luglio, questa devozione, tra fede ed antiche tradizioni popolari, esplode in un tripudio che invade tutta la città con celebrazioni che raccontano la devozione verso il Santo Nero.

 

Curiosità che potrebbero interessarti

caricamento...