Ricette Siciliane

SARDE A BECCAFICO

Presentazione. Gli involtini di sarde in agrodolce sono una delle specialità più amate della cucina siciliana. Questo piatto nasce come imitazione di una ghiotta pietanza destinata all’aristocrazia: i beccafichi ripieni.  Questi rari uccelletti erano il bottino di caccia dei nobili siciliani. La cucina popolare sostituì i volatili con le semplici sarde preparandoli in modo simile.

Ingredienti per 4/6 persone. 1 kg di sarde fresche; 2 spicchi d’aglio; 125 ml di olio extra vergine d’oliva; 150 g di pangrattato; 100 g di pinoli; 100 g di uva passa; 20 g di prezzemolo finemente tritato; 60 ml di succo di limone e arancia; 1/2 limone tagliato a fette; 1/2 arancia tagliata a fette; foglie di alloro; sale e pepe.

Come preparare le sarde a beccafico. Tostare il pangrattato per due o tre minuti. Togliere dal fuoco e preparare l’impasto unendo al pangrattato l’uva passa, i pinoli, aglio e prezzemolo finemente tritati, il succo di limone e arancia corretto con un po’ di zucchero. Aggiungete un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva,  sale e pepe e amalgamare tutto per bene. Dopo aver privato della testa e diliscato le sarde apritele a libro e distribuite con il cucchiaino l’impasto su metà sarda chiudendo poi con l’altra metà. Ungete una teglia. Arrotolate ogni sarda su se stessa partendo dalla testa e disponetela nella teglia una accanto all’altra separandole con foglie di alloro. Cospargere la teglia con il ripieno rimasto e guarnire inserendo qualche fetta di arancia e limone. Cuocere in forno a 180° per 15-20 minuti e servire tiepide.

Curiosità che potrebbero interessarti

caricamento...