Posti Insoliti e Itinerari

Spiagge Agrigento: la costa ovest

Mare, spiagge e riserve naturali tutte da scoprire. La costa di Agrigento è tra i litorali più belli della Sicilia. Famosa per la Scala dei Turchi, la costa agrigentina offre tantissime località di mare capaci di regalare indimenticabili emozioni. Lungo i 140 chilometri di costa da Licata a Porto Palo di Menfi vi aspettano un susseguirsi di calette sabbiose, scogliere e oasi naturali bagnate da un mare turchese. Questo lunghissimo balcone sul mare è arricchito, da borghi marinari e, nell’entroterra, da centri storici, castelli e aree archeologiche. In questo variegato scenario tracciamo due percorsi alla scoperta di spiagge, riserve, oasi e panorami mozzafiato senza rinunciare ad alcune imperdibili attrazioni lungo il percorso.

Il primo dei due itinerari è la “west-coast” e il punto di partenza è il mare di Agrigento. Da Maddalusa a Cannatello, le spiagge più vicine alla città sono quelle di San Leone: frazione balneare a pochi chilometri dal centro storico e dalla Valle dei Templi con un porticciolo turistico da cui partono le escursioni alla Scala dei Turchi e Punta Bianca. San Leone è una ambita meta balneare diurna e notturna per i diversi locali che costeggiano sia il lungomare sia la spiaggia dove potrete trascorre piacevoli serate gustando buon pesce e sorseggiando un drink in riva al mare. Punta Bianca, invece, è la perla nascosta del litorale agrigentino: un candido sperone roccioso di marna bianca, come la Scala dei Turchi, che domina su un mare cristallino.

Le spiagge più belle del litorale Agrigento ovest:  Da Porto Empedocle a Porto Palo passando per la Scala dei Turchi e Riserva della Foce del Platani.

Partendo da Agrigento, superata la Valle dei Templi e imboccata la SS 115, iniziamo il nostro itinerario verso Porto Empedocle. Poco prima di arrivare alla città marinara, vi consigliamo di fare tappa in contrada Caos e visitare l’interessante Casa Museo Luigi Pirandello, premio Nobel della Letteratura, autore di celebri opere tradotte  in tutto il mondo. Giunti a Porto Empedocle, potrete fare una passeggiata lungo la Via Roma, visitare il Porto con l’imponente Torre di Carlo V e poi raggiungere la Spiaggia di Marinella: rivivrete così le atmosfere del Commissario Montalbano perché questi sono i luoghi da cui Andrea Camilleri ha tratto ispirazione per descrivere Vigata e i suoi personaggi.

Proseguendo avanti, sempre sulla litoranea, potrete ammirare i resti di una Villa Romana del I sec. d.C. e raggiungere due spiagge dalla finissima sabbia dorata, Punta Piccola e Punta Grande. Superando questi lidi vi troverete in prossimità della Scala dei Turchi: scenario di incomparabile bellezza, soprattutto al tramonto quando la luce cambia gradualmente il colore di questa maestosa scogliera bianca che prendendo i colori del cielo offre uno spettacolo unico e indimenticabile ogni giorno. Se volete gustarvi fino in fondo questo tratto di costa non perdete le spiagge di Lido Rossello, Le Pergole e Giallonardo dominate da un suggestivo promontorio su cui svetta la Torre di Monterosso, antica torre d’avvistamento del ‘500.

Proseguendo sulla SS 115 incontrerete Siculiana, un borgo con un pittoresco centro storico che vi consigliamo di visitare. A pochi chilometri dal paese c’è la spiaggia di Siculiana Marina, uno dei litorali i più belli della zona. Nel territorio di Siculiana, ricade la Riserva Naturale di Torre Salsa gestita dal WWF che preserva una delle zone più belle e incontaminate della costa agrigentina e di tutta la Sicilia. Il litorale della Riserva si estende per circa 6 Km ed è un’alternarsi di falesie, dune e immense spiagge. Qui, dove una natura selvaggia si specchia in un mare cristallino, nidificano le tartarughe Caretta Caretta e il Gabbiano Reale.

Proseguendo lungo la costa raggiungerete le spiagge di Bovo Marina in cui è possibile godere uno splendido mare grazie anche alla presenza di servizi, aree attrezzate e ristorantini. Nei pressi del litorale troviamo il Lago Gorgo, un oasi naturalistica dove fanno sosta gli uccelli migratori, ideale per chi ama il birdwaching. La spiaggia di Bovo Marina si estende a ridosso di una pineta che giunge sino alla spiaggia di Eraclea Minoa sotto la magnifica falesia a strapiombo sul mare di Capo Bianco.

Sulla sommità di questo lungo e candido promontorio sorge l’area archeologica di Eraclea Minoa un sito di grande fascino non solo per i resti dell’abitato e del teatro in pietra risalenti al VI sec a.C. ma anche per la posizione strategica da cui si gode un panorama davvero straordinario. Oltre le candide rocce di Capo Bianco, si estende la Riserva Naturale Foce del Fiume Platani. raggiungibile dalla S.S.115 andando verso Borgo Bonsignore, un villaggio sul mare immerso nel verde posto ad ovest della Riserva. L’area della riserva è dominata dalla macchia mediterranea e tra la ricca vegetazione si snodano vari sentieri che portano a mare. Un ecosistema di incontaminata bellezza dove immergersi nella quiete e in un mare puro. Proseguendo lungo la spiaggia ancora più a ponente, superando l’estuario del fiume Magazzolo, s’incontra la località balneare di Secca Grande, caratterizzata da ampie zone di ciottoli e acque di cristallo. Da qui, immettendosi sulla SS 386, è facile raggiungere la città di Ribera famosa, oltre per le sue eccellenti produzioni di arance e fragoline, per i resti del superbo castello medievale di Poggio Diana, edificato su una collina che domina il fiume.

Ritornando sulla SS 115 proseguiamo per raggiungere l’ultima meta del nostro itinerario: il litorale che va da Sciacca a Menfi. Sciacca è una località turistica di primaria importanza, una città ricca d’arte e monumenti che vi consigliamo di visitare. Ambita meta turistica per il sontuoso Carnevale, le sue pregiate ceramiche, i pittoreschi vicoli del centro storico, Sciacca e naturalmente nota anche per le sue belle spiagge. Ricordatevi, a conclusione dell’itinerario, di non fare tappa al Castello Incantato: un suggestivo museo di sculture a cielo aperto che si raggiunge sulla strada di ritorno SS115 per Agrigento, a circa 1.5 Km.

Il profilo costiero di questo tratto di Sicilia, da Sciacca a Menfi, è caratterizzato dalla eccezionale purezza del mare: acque cristalline lambiscono distese di sabbia dorata, insenature, scogli e calette come quella di Capo San Marco, un autentico paradiso per il relax ma anche per chi ama fare surf, canoa, pesca subacquea.

Superando Sciacca sulla SS 115 si trovano le indicazioni per Menfi, territorio ricco di vigneti e famoso per l’eccellente produzioni di Vini Doc. La fascia costiera di Menfi si estende per circa 10 Km ed è caratterizzata da spiagge di sabbia finissima e un mare talmente pulito che dopo aver ricevuto per tanti anni il prestigioso riconoscimento europeo della Bandiera Blu, da quest’anno è Bandiera Verde: il massimo riconoscimento per la qualità purissima delle acque. Il porticciolo turistico di Porto Palo e il Lido Fiori, fanno di Menfi una località ideale per una vacanza rilassante, immersi tra le acque fra le più incontaminate della Sicilia.

Curiosità che potrebbero interessarti

caricamento...